Bilancio ambientale

PERIMETRO DI RIFERIMENTO

Il perimetro di riferimento 2012 include le società seguenti: Acea SpA, Acea Distribuzione, Acea Reti e Servizi Energetici, Acea Produzione, Acea Energia, l’Unità Locale 3 di San Vittore del Lazio e l’Unità Locale 1 di Terni, entrambe di A.R.I.A., LaboratoRI, Acea Ato 2, Acea Ato 5, Acque, Gori, Acquedotto del Fiora, Publiacqua e Umbra Acque.

Dal 2011 gli impianti di generazione di energia elettrica, da fonte tradizionale e rinnovabile, sono al 100% di Acea SpA, tramite le società Acea Produzione, Acea Reti e Servizi Energetici e A.R.I.A.

Per l’area idrica, oltre ai dati relativi alla società “storica” Acea Ato 2, si forniscono le voci di bilancio relative alle altre società suindicate, come evidenziato di volta in volta.

I dati idrici sono considerati in modo globale a prescindere dalla quota di partecipazione della capogruppo, poiché Acea
rappresenta il soggetto industriale responsabile delle gestioni presso ciascuna delle società considerate.

Il Bilancio ambientale, parte integrante del Bilancio di Sostenibilità, riunisce e presenta in modo sistematico ed esaustivo le informazioni e i dati di performance ambientale del Gruppo Acea. I dati sono distinti per “sistemi di prodotto” dell’area energia, dell’area ambiente e dell’area idrica, secondo l’approccio del Life Cycle Assessment1 (norma ISO serie 14040), che valuta l’intero ciclo di vita dei sistemi.

Nella Nota integrativa vengono fornite informazioni aggiuntive circa la qualità dei dati presentati, in particolare se misurati, stimati o calcolati, e le principali voci del Bilancio ambientale, indicate nelle tabelle e nel testo da un numero tra parentesi, sono corredate da una sintetica descrizione esplicativa.

1 In italiano “analisi del ciclo di vita”, l’LCA, è una metodologia di analisi che valuta un insieme di interazioni che un prodotto o un servizio ha con l’ambiente, considerando il suo intero ciclo di vita che include i punti di preproduzione (quindi anche estrazione e produzione dei materiali), produzione, distribuzione, uso (quindi anche riuso e manutenzione), il riciclaggio e la dismissione finale.