La condivisione delle tematiche di responsabilità sociale d'impresa

La scelta operata da Acea di ispirare la propria gestione ai principi della responsabilità sociale d’impresa e della sostenibilità si traduce nella definizione di politiche e strategie aziendali volte a garantire il confronto bilanciato con le parti interessate, in una logica inclusiva. La riflessione sulla sostenibilità in ambito economico, sociale e ambientale e sui suoi possibili scenari futuri viene condotta mediante la partecipazione di Acea a contesti ricchi di stimoli, come i think tank, i network, le iniziative di rilievo organizzate dal mondo accademico, dalla società civile, dalle istituzioni o da altre imprese nazionali e internazionali.

Tra le iniziative 2012, l’azienda:

  • ha confermato l’adesione al CSR Manager Network, operativo da alcuni anni su iniziativa di Altis-Università Cattolica e Isvi, insieme con le principali imprese italiane attive nella sostenibilità, partecipando agli incontri organizzati nel corso dell’anno;
  • ha confermato l’adesione ai principi emanati dal Global Compact, partecipando attivamente ad incontri e seminari organizzati dal Network italiano. In particolare, nel 2012, Acea ha preso parte al Gruppo di Lavoro Sustainable Supply Chain, attivo nell’ambito della catena di fornitura (vedi box di approfondimento);
  • ha partecipato al Forum CSR 2012 organizzato dall’ABI, un appuntamento annuale sul tema della responsabilità sociale d’impresa, cui prendono parte i rappresentanti delle istituzioni nazionali e internazionali e i maggiori esperti del settore;
  • ha partecipato, come sponsor o in veste di relatore, a master post-universitari dedicati al tema dello sviluppo sostenibile e della gestione della responsabilità d’impresa: master in Management e responsabilità sociale d’impresa organizzato dalla Pontificia Università San Tommaso d’Aquino - Angelicum, master in Management e regolazione per l’energia sostenibile organizzato dalla LUISS, master in Gestione e controllo dell’Ambiente: Management efficiente delle risorse, organizzato dalla Scuola Superiore di Studi Universitari Sant’Anna di Pisa, master Management dell’energia e dell’ambiente, organizzato dalla Business School del Sole 24 Ore, master in Green management, energy and corporate social responsibility, organizzato dall’Università Bocconi di Milano;
  • ha preso parte a due studi di rilievo nel settore idrico ed elettrico: La riforma della regolazione dei servizi idrici in Italia, realizzato dallo IEFE-Università Bocconi e Il miglioramento del Disegno di Mercato in relazione alle esigenze prospettiche del sistema, condotto dall’Istituto di Ricerche per l’Economia e la Finanza (REF);
  • ha seguito i principali convegni e seminari sulle diverse tematiche afferenti alla sostenibilità.

BOX - ACEA AL GRUPPO DI LAVORO SUSTAINABLE SUPPLY CHAIN NELL’AMBITO DEL GLOBAL COMPACT NETWORK ITALIA

L’Unità Qualifica e Rating Fornitori, entro la Funzione Sicurezza e Tutela di Acea SpA, ha partecipato nel corso del 2012 – in sinergia con l’Unità Responsabilità sociale di impresa e sostenibilità - al Gruppo di Lavoro Sustainable Supply Chain, attivato nell’ambito del Global Compact Network Italia, cui Acea aderisce da diversi anni.

Riconoscendo l’importanza che la catena di fornitura riveste nel contribuire al miglioramento delle performance di sostenibilità delle aziende e alla loro competitività complessiva e in linea con quanto previsto dal UN Global Compact con riferimento al perimetro di applicazione dei dieci principi promossi dall’iniziativa, il Gruppo di lavoro si è proposto di condividere e implementare uno strumento di monitoraggio delle performance di sostenibilità delle aziende appartenenti alle catene di fornitura dei membri del Network, definendo ed implementando dei meccanismi a sostegno delle performance di sostenibilità delle aziende e favorendo nei fornitori l’adozione di migliori pratiche, in termini di rispetto dei diritti umani, dei diritti del lavoro, di responsabilità ambientale e di etica degli affari.

In tale ottica, al fine di perseguire gli obiettivi sopra citati, il Gruppo di Lavoro sta definendo e condividendo un questionario di valutazione dei fornitori e intende anche implementare un sistema di condivisione, tra i membri del Network, delle informazioni rilevate.

Acea viene inoltre osservata dall’esterno e valutata nelle sue performance RSI (vedi anche Azionisti e finanziatori, paragrafo Finanza etica).
In particolare, nell’anno, l’azienda ha ricevuto il CEEP CSR Label 2012-2013, il prestigioso riconoscimento, promosso dalla Commissione Europea e dal Centro Europeo delle aziende di servizi di pubblica utilità (CEEP), per sostenere e valorizzare lo sviluppo di pratiche CSR (vedi box dedicato). Si è poi sottoposta, come fa oramai da diversi anni, alla valutazione condotta dal Carbon Disclosure Project (CDP), un’iniziativa internazionale lanciata dalla Rockfeller Philantropy Advisors di New York e sostenuta da circa 400 investitori istituzionali, volta a valutare le strategie messe in campo dalle imprese per contrastare il fenomeno del cambiamento climatico: la “disclosure” di Acea ha ricevuto un punteggio pari a 81/100, in crescita rispetto allo scorso anno (67/100) (vedi anche Le relazioni con l’ambiente). Infine, Acea ha partecipato alla prima edizione del Top Utility Award 2012 svoltosi con l’obiettivo di analizzare il sistema delle public utility del nostro Paese - le aziende impegnate nei servizi di pubblica utilità: elettricità, gas, acqua e gestione dei rifiuti - valutandone le performance in un’ottica integrata di sostenibilità economica, finanziaria, sociale e ambientale.
L’indagine ha valutato le prime 100 utility italiane, pubbliche e private, alla luce dei criteri di sostenibilità, efficienza, economicità, etica, qualità del servizio e attenzione ai consumatori, per individuare e valorizzare le eccellenze di un settore di importanza cruciale per l’impatto sulla collettività e il territorio. Acea è stata selezionata tra le prime 5 aziende italiane per la categoria Sostenibilità.

BOX - AD ACEA IL CEEP CSR LABEL 2012-2013 PER LE BUONE PRATICHE DI CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY

Nel novembre 2012 a Bruxelles, presso la sede del Parlamento Europeo, Acea è stata insignita del “CEEP CSR Label”, relativo al biennio 2012-2013.

Il prestigioso riconoscimento, promosso dalla Commissione Europea e dal Centro Europeo delle aziende di servizi di pubblica utilità (CEEP), è stato istituito nel 2008 per sostenere e valorizzare lo sviluppo di pratiche di Corporate Social Responsibility (CSR) tra le aziende fornitrici di servizi pubblici locali in Europa. Ogni due anni il CEEP promuove l’iniziativa e le aziende che ambiscono al Label devono sottoporsi alla valutazione del Comitato scientifico, che svolge un’analisi accurata di tutta la documentazione ricevuta, richiedendo eventuali approfondimenti. Per l’edizione 2012, il Comitato si è avvalso della collaborazione di un team di specialisti che hanno valutato le 94 aziende partecipanti, prevalentemente tedesche, francesi, italiane, portoghesi, belghe e svedesi. Sono state 23 le aziende alle quali è stato riconosciuto il “CEEP CSR Label”, che attesta l’adozione di criteri gestionali “sostenibili” e di un agire imprenditoriale capace di coniugare le esigenze di redditività economica, di salvaguardia ambientale, di tutela sociale e di legittimazione da parte della collettività.

Acea, già insignita del Label sin dal 2008, ha visto premiare il proprio impegno anche quest’anno. Particolare apprezzamento è stato infatti manifestato per le diverse iniziative presentate al CEEP e tre di queste - una legata al tema della protezione della biodiversità e due riconducibili al medesimo impegno di riduzione delle emissioni di campi elettromagnetici - sono state brevemente illustrate nella pubblicazione Best CSR practices in Public Service 2012, una selezione delle eccellenze europee in tema CSR.