Schema di raccordo principi Global Compact e indicatori GRI

Il Global Compact è un’iniziativa lanciata dal Segretario Generale delle Nazioni Unite a conclusione del World Economic Forum del 1999. Nel suo appello egli invitò i leader dell’economia mondiale a dare il loro sostegno e a diffondere nove principi universali relativi ai diritti umani, al lavoro e all’ambiente, cui venne aggiunto il decimo - la lotta alla corruzione - nel 2004, e da allora si estende la rete di organizzazioni e imprese che aderiscono all’iniziativa, impegnandosi formalmente.
Acea ha sottoscritto i dieci principi sin dal 2007, rinnovando di anno in anno la propria adesione.
Di seguito si presenta uno schema di raccordo6 tra principi del Global Compact e indicatori GRI, che ne evidenzia la correlazione e consente di reperire le informazioni previste dalla Communication on Progress, che ogni impresa aderente è tenuta a redigere.

TABELLA N. 3 - CORRISPONDENZA GLOBAL COMPACT- GRI

Principi Global Compact Indicatori corrispondenti GRIBilancio di sostenibilità
Diritti umani1: Alle imprese è richiesto di
promuovere e rispettare i diritti
umani universalmente
riconosciuti nell'ambito delle
rispettive sfere di influenza
EC5 – LA4 – da LA6 a LA9 – LA13
– LA14 – da HR1 a HR9 – PR1 –
PR2 – PR8 –
pagg. 157 - 62, 146 ss. n 63, 136,
153 ss. - 144 s. 149 ss., 168 - 64,
157 - 32, 64, 65, 127 s., 134 s., 146
ss., 149, 162, 167 s. - 50, 52 s., 102 -
67 - 45, 68, 111
2: Le imprese devono assicurarsi
di non essere, neppure
indirettamente, complici negli
abusi dei diritti uman
da HR1 a HR9pagg. 32, 64, 65, 127 s., 134 s., 146
ss., 149, 162, 167 s
  Lavoro   3: Alle imprese è richiesto di
sostenere la libertà di
associazione dei lavoratori e
riconoscere il diritto alla
contrattazione collettiva
LA4 – LA5 – da HR1 a HR3 – HR5pagg. 62, 146 ss. - 146 ss. - 64,
127, 134 s., 162 - 64, 146 ss., 167 s.
4: Le imprese devono sostenere
l'eliminazione di tutte le forme di
lavoro forzato e obbligatorio
da HR1 a HR3 – HR7pagg. 64, 127, 134 s., 162 - 65
5: Le imprese devono sostenere
l'effettiva eliminazione del lavoro
minorile
 da HR1 a HR3 – HR6pagg. 64, 127, 134 s., 162 - 65
6: Le imprese devono sostenere
l'eliminazione di ogni forma di
discriminazione in materia di
impiego e professione
EC7 – LA2 – LA13 – LA14 – da
HR1 a HR4
pagg. 60 - 140, 143 s. - 144 s. 149
ss., 168 - 64, 157 - 32, 64, 127, 134
s., 149, 162, 168

6 Tale schema è stato predisposto da UNGlobal Compact e Global Reporting Initiative, ed è disponibile on line (www.unglobalcompact.org) nel testo Making the Connection. The GRI Guidelines and the UNGC Communication on Progress.

Principi Global Compact Indicatori corrispondenti GRIBilancio di sostenibilità
Ambiente
7: Alle imprese è richiesto di
sostenere un approccio
preventivo nei confronti delle
sfide ambientali
4.11 – EC2 – EN18 – EN26 –
EN30
pagg. 48, 219 - 26 s., 206 - 206 -
190, 195, 198, 219 s. - 196
8: Alle imprese è richiesto
di intraprendere iniziative
che promuovano una maggiore
responsabilità ambientale
PR3 – PR4 – da EN1 a EN30
pagg. da 84 a 90 - da 84 a 90 -
188 ss, 194 ss., 198, 204, 206 s., 209,
216 ss., 219 ss., 244, 246 s., Bilancio
ambientale 241 ss.
9: Alle imprese è richiesto di
incoraggiare lo sviluppo e la
diffusione di tecnologie che
rispettino l'ambiente
EN2 – da EN5 a EN7 – EN10 –
EN18 – EN26 – EN27 – EN30
pagg. 188 n 198, 204, 206 s. - 217 s.
- 206 - 190, 195, 198, 219 s. - 190
- 196
Lotta alla corruzione
10: Le imprese si impegnano a
contrastare la corruzione in ogni
sua forma, incluse l'estorsione e
le tangenti
da SO2 a SO6pagg. 45, 48 s., 66, 162, 173 s.
TUTTI (1-10)1.1 – 1.2 – da 4.1 a 4.10 –
4.12 – 4.13 – 5 (DMA) – SO5
pagg. 4 s., 31 ss. - 4 s., da 26 a 43 -
6, 31, da 44 a 48, 51 s., 151, 157 s.,
169 - 6, 45, 130, 153, 174 s. - 173
ss. - 26 ss., da 31 a 35, da 50 a 53,
da 70 a 80, 108 ss., 127 s., da 134 a
138, 141, 153, 156, 160 s., 166, 169,
177, 191, 216 n 173 s.