La ricerca

Le attività di ricerca e sviluppo sono svolte dalle società operative del Gruppo, nelle varie aree di business. Vengono promosse, infatti, iniziative volte a sperimentare ed implementare l’innovazione tecnologica, spesso in sinergia con enti di ricerca ed istituti scientifico-accademici (vedi anche Le relazioni socio-economiche con gli stakeholder, capitolo Istituzioni e Impresa). Di seguito si indicano alcuni tra i principali progetti in corso di sviluppo.

  • Aquaser:
    - progetto per la realizzazione a Città del Messico di un impianto pilota di compostaggio con tecnologia innovativa. Si veda per i dettagli il box nel sottoparagrafo La gestione dei fanghi di depurazione.
  • Acea Produzione:
    - studio sulla tipologia di condizionamento del fluido vettore della rete di teleriscaldamento di Roma per la prevenzione dei fenomeni di corrosione delle tubazioni e prevenire potenziali perdite di liquido nel suolo/sottosuolo.
    - realizzazione di un impianto pilota di teleraffrescamento asservito ad un edificio residenziale ubicato nel quartiere di Roma Mezzocammino.
  • Acea Distribuzione:
    - progetto Smart-network Management System: evoluzione tecnologica nella gestione della rete di distribuzione elettrica con l’obiettivo di migliorare la gestione delle reti elettriche di distribuzione a media e bassa tensione della città di Roma.
    - progetto pilota Smart grid – per lo sviluppo di soluzioni innovative per l’integrazione della generazione distribuita e il miglioramento della continuità del servizio. Il progetto sarà completato nel primo semestre del 2013;
    - progetto ORBT Ottimizzazione Rete di Bassa Tensione – per la messa a punto di un applicativo dedicato in grado di svolgere l’analisi approfondita della rete BT, individuare aree critiche in funzione di vincoli primari, valutare un assetto di rete ottimizzato mediante algoritmi specifici al fine di ridurre le perdite di energia elettrica, per effetto joule. La prima fase del progetto è stata realizzata nel 2012;
    - progetto DigSilent PowerFactory è stato avviato nel 2011 per l’ottimizzazione dell’esercizio della rete di Media Tensione al fine di ridurre le perdite di energia elettrica, per effetto joule, migliorare i profili di tensione sulle linee elettriche e massimizzare l’affidabilità complessiva del sistema, tramite un applicativo su un software di calcolo dedicato. Con il raggiungimento di tali obiettivi si è conclusa la prima fase del progetto. Nel 2012 è stata avviata una seconda fase di implementazione dell’applicativo per la definizione di procedure di calcolo automatico funzionali a permettere il consolidamento degli obiettivi già raggiunti anche in presenza della Generazione Distribuita connessa alla rete. Tale attività proseguirà anche nel 2013.
  • Acea Ato 2:
    - in collaborazione con la società LaboratoRI: attività di studio delle reti di distribuzione e ricerca perdite in base all’approccio della “distrettualizzazione” previsto dal Decreto Ministeriale 99/97, che si è svolta principalmente nei comuni di Monterotondo, Riano, Fiano Romano, Cerveteri, Subiaco, Formello, Mentana e Velletri.
    - in collaborazione con la società LaboratoRI: sperimentazione di sistemi di monitoraggio in continuo e online di fluoruri e arsenico, approfondimenti microbiologici di settore con la collaborazione dell’I.S.S. Studio di sistemi di trattamento per la rimozione di inquinanti naturali, quali l’arsenico.
  • Umbra Acque:
    - Progetto Life Palm (Pump and leakage management), il cui scopo è quello di realizzare uno strumento che consenta di raggiungere e mantenere gli obiettivi di perdita “minima”, ottimizzando, al contempo i sistemi di pompaggio per limitare i costi energetici e gestionali. La conclusione della fase del progetto relativa alla ricerca perdite ha permesso un recupero di circa 13 l/s;
    - studi e prove relative al Progetto AERE (incremento dell’efficienza energetica negli impianti di trattamento delle acque reflue), sviluppato in collaborazione con l’Unità di Ricerca di Ingegneria Sanitaria Ambientale dell’Università di Firenze ed altre società italiane di primaria importanza nella gestione dei Sistemi Idrici Integrati, con la conclusione della seconda campagna analitica di controllo sul funzionamento del sistema ossidativo del depuratore di Ponte Valleceppi (90.000 abitanti equivalenti).
  • Acquedotto del Fiora:
    - proseguite le campagne di ricerca perdite con recuperi di risorsa idrica nei Comuni di Follonica e Piancastagnaio dove sono stati registrati risparmi per circa 0,45 Mm3 nell’immesso in rete. Sono attualmente in fase di studio progetti volti a risolvere anomalie sui consumi energetici degli impianti energivori in gestione in alcuni comuni: Piancastagnaio, Santa Fiora, Orbetello, Castiglione della Pescaia e Grosseto.
  • LaboratoRI:
    - monitoraggi ambientali per la società Solemme (Gruppo Aquaser);
    - verifica funzionale di impianti di trattamento acque potabili per Acea Ato 5;
    - studi dell’instabilità delle acque e dei fenomeni di precipitazione nel sistema idrico Tufano – Acea Ato 5;
    - Sviluppo di metodologie per la valutazione delle caratteristiche di ecotossicità dei rifiuti – scorie ed applicazione sperimentale della metodologia su campioni di ceneri e scorie.

Come ormai avviene da diversi anni, molteplici attività di ricerca in ambito idrico ambientale vengono svolte congiuntamente da LaboratoRI e Acea Ato 2 (vedi tabelle nn. 97-100).

TABELLA N. 97 - PRINCIPALI ATTIVITA’ DI RICERCA SU FONTI E QUALITA’ ACQUE POTABILI

tabella97.png

TABELLA N. 98 - PRINCIPALI ATTIVITA’ DI RICERCA SUI DEPURATORI

TAbella 98

TABELLA N. 99 - PRINCIPALI ATTIVITA’ DI RICERCA SUI BACINI IDROGRAFICI

Tabella 99

TABELLA N. 100 - PRINCIPALI ATTIVITA’ DI RICERCA SULLE RETI FOGNARIE E SUI FANGHI DI DEPURAZIONE

Tabella 100